Referente

Dott.ssa Veronica Girardi

Il servizio

 

La mammografia rappresenta la metodica fondamentale per la diagnosi precoce di tumore mammario nelle donne con basso rischio oncologico.

 

Nelle donne in età fertile, la mammografia viene eseguita dopo aver escluso possibili gravidanze, preferenzialmente nella fase  preovulatoria  del ciclo mestruale.

 

Durante la visita senologica, il Radio – Senologo può decidere di eseguire l’ecografia mammaria, specie in donne con seno a densità radiologica elevata o con storia familiare di tumore mammario.
Se opportuno, può proporre ulteriori approfondimenti diagnostici, quali particolari mammografici o indagini più complesse, fino alla RM delle mammelle con mezzo di contrasto o interventi mini – invasivi sulla mammella (agoaspirato e/o biopsia per esame citologico-istologico di neoformazionI eventualmente riscontrate).

 

Al termine dell’esame senologico strumentale, viene rilasciato immediatamente referto medico dettagliato.

 

In caso di prelievo, lo stesso Radio – Senologo provvederà a consegnare l’esito del prelievo appena disponibile (solitamente 7 – 14 gg) e a dare indicazioni in merito all’esito del referto: se negativo si consigliano controlli periodici; se dubbio si programma il successivo iter diagnostico; se positivo per neoplasia maligna si comunica la diagnosi e si inizia la stadiazione pre-operatoria.

CUP - Centro Unico Prenotazioni

Devi prenotare una visita od annullarla? Ecco i numeri di riferimento:

Prestazioni a pagamento 0464 4913 12

o inviare una email a cup@cdcsolatrix.it

Prestazioni in convenzione 0464 4913 16

o inviare una email a cup@cdcsolatrix.it

Orari di apertura Dal lunedì al venerdì
dalle 8:00 alle 16:30
Sabato dalle 10:00 alle 13:00 (solo sportello front-office)

Attività ambulatoriale

Le prestazioni disponibili sono:

  • Mammografia ed Ecografia mammaria per la prevenzione secondaria del tumore mammario nelle donne asintomatiche e per il corretto in quadramento diagnostico delle donne che presentano segni o sintomi di malattia mammaria.
  • Esami senologici urgenti; per ogni seduta sono previsti posti per accogliere pazienti con recente insorgenza di sintomi mammari.
  • Agoaspirato ecoguidato della mammella: prelievo con ago sottile di semplice esecuzione,  adatto per il campionamento di piccole opacità e nodularità.
  • Ecografia ascellare bilaterale: in caso di reperti sospetti o accertati per malignità, viene eseguita per la ottimale stadiazione pre terapeutica.
  • Agoaspirato ecoguidato di linfonodo: prelievo con ago sottile in corrispondenza di linfonodi con caratteri mascroscopici di sospetto.
  • Galattografia: valutazione del sistema duttale mediante opacizzazione dei dotti con liquido di contrasto; è riservato a casi particolari per inquadramento diagnostico di gemizio ematico dal capezzolo, qualora mammografia ed ecografia risultassero inconclusive.
  • Esami senologici di controllo; in presenza di reperti di benignità dopo un’eventuale conferma con ago aspirato/microbiopsia, può essere richiesto un controllo a 6 mesi per valutare la tendenza alle modificazioni.
  • Follow-up oncologico strumentale, generalmente a cadenza annuale per la stadiazione locoregionale di pazienti operate di ca mammario. Oltre alla valutazione mammaria mediante mammografia ed ecografia, con particolare attenzione allo studio della cicatrice, è sempre associato alla Ecografia dei linfonodi del cavo ascellare e della regione sovra e sottoclaveare.
  • Approfondimenti diagnostici di indagini espletate in altre Sedi.
  • Centraggio preoperatorio delle lesioni non palpabili;  fondamentale per permettere la corretta asportazione chirurgica di piccole lesioni individuabili solo  con mammografia ed ecografia.